Skip to content

Black Moor Malattie: Sintomi e Segreti per Prevenzione e Cura

Le malattie del Black Moor sono davvero molto comuni, tutto ciò accade perché la cura di questi pesci e spesso sottovalutata. In questo articolo andremo ad analizzare tutte le principali cause di morte o malattia di di questa specie, inoltre troverai tutti i segreti per evitare che il problema si ripresenti nuovamente!

Black Moor Malattie: Morte improvvisa

In acquario capita davvero molto spesso di assistere a morie improvvise di pesci, il problema principale è sicuramente una scarsa igiene dell’acqua e un filtraggio poco adeguato.

Per scarsa igiene dell’acqua si intende cambi d’acqua non effettuati, alimentazione eccessiva e acquari affollati. Analizziamo un caso alla volta per capire quali tecniche adottare e come correggere il tiro.

La regolarità dei Cambi d’Acqua

L’acqua va cambiata almeno una volta alla settimana e pari al 30% del litraggio contenuto in vasca. Questo serve per rendere il tuo acquario pulito e privo di sostanze contaminate. I principali inquinanti derivano dalle deiezioni dei pesci e scarti di cibo, che producono ammoniaca che dopo essere passata dal sistema di filtraggio si trasforma in ammonio! Quest’ultimo diventa più sopportabile per i pesci ma è comunque tossico in grandi quantità. I cambi d’acqua servono proprio a questo, ovvero a eliminare tutte le sostanze tossiche per i pesci che rimangono persistenti anche dopo essere state trattate dal sistema di filtraggio!

L’acqua inoltre deve avere dei valori ben prestabiliti che si aggirano con temperature intorno ai 23/25°C, un ph tra 7/75 e ovviamente i nitriti devono essere pari a 0!

Per avere la sicurezza che i valori dell’acqua vengano rispettati del tutto dovrai fare dei test almeno una volta al mese. Per iniziare potresti pensare ad acquistare un test a striscette come questo qui sotto:

Offerta
Tetra Test 6in1, Test dell'Acqua per l'Acquario, Controllo Facile e Veloce della Qualità...
  • Test dell'acqua per misurare i sei valori più importanti in un unico passaggio
  • Per verificare in modo facile e veloce la qualità dell'acqua dell'acquario in 60 secondi
  • Consente di misurare pH, durezza totale e carbonatica (GH + KH), nitriti (NO2-), nitrati (NO3-) e cloro (Cl2)

Anche se è corretto sottolineare come questi tipi di test non sono precisi alla virgola, danno solo un’idea indicativa di tutti i problemi che potrebbero presentarsi in vasca. Questo però non vuol dire che non facciano  bene il loro lavoro. Se sei alle prime armi e non vuoi spendere troppi soldi possono fare al caso tuo, man mano che proseguirai con questo hobby però è importante procurarsi dei test che siano molto più professionali. Abbiamo già trattato l’argomento su quale test per acquario scegliere che ti consiglio di leggere per avere un’idea più ampia del loro potenziale.

Alimentazione Eccessiva

I pesci non vanno mai sovralimentati! Se non mangiano vuol dire che c’è un problema e in quel caso buttare cibo in vasca per paura che muoiano di fame è altamente controproducente. Il cibo in vasca va dosato in una quantità tale che venga consumato in un massimo di 5 minuti, ciò che cade sul fondo invece va prontamente eliminato entro un’ora! Non lasciare che si decomponga altrimenti come detto nel paragrafo sopra alzerà gli inquinanti!

Se devi partire per le vacanze o allontanarti qualche giorno da casa dovrai optare per mangimi che siano a lento rilascio e anche questi andranno dosati correttamente per evitare che creino lo stesso problema dei precedenti. È stato ampiamente trattato il tema sul miglior mangime per pesci rossi, leggendolo troverai tutte le migliori varianti e la corretta alimentazione, oltre a ciò anche quali mangimi a lento rilascio acquistare.

Acquari Affollati

Immagina se 10 persone vivessero tutte dentro la stessa casa di dimensioni limitate, per tutta la vita, respirando lo stesso ossigeno. Sarebbe drastico non credi? Lo sarebbe meno se le persone diventassero 5 o meglio ancora 3. Lo stesso vale per i pesci, loro vivranno sempre in quell’acquario e per questo è importante che sia delle dimensioni corrette, condivideranno i pasti con i loro coinquilini e quindi è importante che siano pesci altamente compatibili, ma soprattutto dovranno avere il giusto spazio per muoversi.

Al contrario potrebbe capitare che i valori si sballino perché più sono i pesci e più aumentano gli inquinanti o ancora che i pesci litighino fra loro a causa dello stress e infine che muoiano per malattie causate sempre da eventi stressanti. Capisci che in ogni caso non è mai un buon partito mettere troppi pesci nella stessa vasca?

Per i Black Moor si consiglia circa 100 litri a coppia dato che crescono molto!

Black Moor Malattie: Ha dei Puntini Bianchi?

Se il tuo Black Moor è ricoperto da punti bianchi e filamentosi allora hai a che fare con l’Ictioftiriasi, anche chiamata malattia dei puntini bianchi! Una malattia che a lungo andare porterà il tuo pesce alla morte. Questa malattia si manifesta a causa dello stress ed è molto contagiosa, quindi se hai altri pesci in vasca molto probabilmente rischiano di fare la stessa fine.

Inoltre, oltre ai puntini noterai che il pesce sarà sempre più debilitato, fino al punto di stare sul fondo e non volersi più muovere.

Per prevenirla bisogna evitare che il pesce sia sotto stress e che le sue difese immunitarie siano sempre alte, questo quindi vuol dire che deve essere correttamente allevato e alimentato con cibi ottima qualità.

Se ti sei reso conto che il tuo pesce è queste condizioni potresti fare il tentativo di trattare il tuo acquario con questo medicinale:

Medicinale Cura malattia Puntini Bianchi Sera Protazol 25ml
  • Contro i parassiti esterni (come ichtyo, chilodonella ecc.)
  • Incolore in acqua
  • Ben tolorated dalle piante e invertebrati

Dopo la somministrazione, che dovrai eseguire seguendo con molta attenzione il foglietto illustrativo, dovrai anche fare un’ampia pulizia dell’acqua con del carbone attivo! Ricordati di eliminare il materiale filtrante prima di far partire la cura!

Black Moor Malattie: Nuota male o su un fianco?

Anche qui la situazione diventa difficile da gestire. I casi in cui questo succede sono principalmente due:

  • Valori sballati
  • Alimentazione

Nel caso dei valori sballati, soprattutto per quanto riguarda i picchi di nitriti potrebbe accadere questo inconveniente, quindi anche qui ti consiglio di controllare subito quali sono i valori dell’acqua che non vanno bene, ricordati sempre di acquistare dei buoni test dell’acqua e dopo aver fatto un’analisi correggere cosa c’è che non va. Purtroppo in questi casi è difficile dare una spiegazione precisa su come risolvere il problema, in base al valore che trovi fuori dal range dovresti agire di conseguenza.

Black Moor Malattie: Diventa rosso?

Questa in realtà non è propriamente una malattia ma un indicatore sul fatto che c’è qualcosa che non va. Partiamo dal fatto che è normale che a volte questi pesci cambino colore, ma solo scalando di qualche tonalità o scurendosi. Un Black Moor tendenzialmente rimane rigorosamente nero, ma se vedrai qualche punta di altro colore non dovrai preoccuparti, con la crescita può capitare.

Se invece lo stacco di colore diventa evidente, tendente al rosso allora è palese che ci sia qualcosa che non va, solitamente il problema è legato all’ammoniaca, fai subito un test e verifica che non ci siano picchi troppo alti. Altra situazione in cui potrebbe capitarti una cosa del genere è legata al cambio di filtro.

Quando cambi il filtro e non conservi il tuo vecchio materiale biologico (o nel caso lo mettessi nuovo), potrebbe capitare che i nitriti abbiano picchi molto più alti, tutto ciò accade perché la maturazione del filtro riparte da zero. In questo caso ti consiglio vivamente d’isolare il pesce o di far maturare il filtro in un secondo acquario, altrimenti le conseguenze potrebbe essere di nuovo legate a morti improvvise.

Conclusioni

Come avrai capito, alla fine ogni malattia è legata alla cattiva gestione del pesce, i Black Moor tra l’altro non sono nemmeno così tanto sensibili come tante altre specie che devono essere allevate con cure a dir poco estreme. Se farai attenzione a mantenere l’acquario sempre pulito potrai avere molti più benefici, inoltre potrai vedere l’acquario come un punto focale di relax e non come una fonte di stress.

Ultimo aggiornamento 2021-06-21 at 04:41 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API