Skip to content

Miglior Fondo per Acquario Dolce: Guida all’Acquisto + Allestimento

In questo articolo scopriremo qual è il miglior fondo per acquario dolce e in che modo inserirlo in vasca, quali sono le giuste quantità e soprattutto i migliori marchi! Prima di addentrarci nei vari tipi di substrati che esistono, come di consueto troverai una piccola guida che ti spiegherà quanto è importante il loro impiego in un acquario piantumato.

Fondo Inerte

Per inerte si intende quel tipo di substrato che non ha alcuna funzione, se non estetica, in acquariofilia! Potrebbero esserne un esempio la sabbia, il ghiaia al quarzo o anche le classiche pietre che dopo il dovuto trattamento vengono inserite all’interno delle nostre vasche. L’utilizzo del fondo inerte è molto comune quando non si vuole allevare nessuna vegetazione complessa, un po come le piante senza co2 che si mostrano adatte a qualsiasi tipo di acquariofilo, principiante e non, o ancora, quando si vuole allevare solo pesci!

In questo caso la gestione dell’acquario, sotto tanti punti di vista diventa molto più semplice, ma è anche vero che la qualità dell’acqua avrà bisogno di maggiori attenzioni. Infatti quando si inserisce della vegetazione in vasca, si va a creare un vero e proprio ecosistema in grado di gestirsi in gran parte in autonomia. Questo significa che le cure da applicare al tuo acquario saranno ridotte con l’inserimento delle piante, almeno per quanto riguarda gli sbalzi di valore e il controllo di delle sostanze tossiche!

Ma quindi se ho un fondo inerte non posso inserire piante? Per fortuna sì, puoi inserirle! Un esempio sono le classiche piante galleggianti che apportano davvero tantissimo beneficio in acquario. Infatti sono estremamente ossigenanti e sono una valida alternativa contro la crescita incontrollata delle alghe!

Quindi, ora che parliamo d’inerte, qual è il miglior fondo per acquario dolce? Ecco i migliori 3 in commercio!

Bestseller No. 1
Bestseller No. 2
OffertaBestseller No. 3
Tetra AquaSafe, Rende l'Acqua del Rubinetto Sicura, Neutralizza le Sostanze Dannose per i Pesci -...
  • Rende l'acqua del rubinetto sicura per i pesci; Da utilizzare nell'allestimento di nuovi acquari, durante i cambi dell'acqua e nel trasporto dei pesci
  • Rimuove all'istante cloro, cloramina, rame, zinco e piombo presenti nell'acqua del rubinetto
  • Il mix ottimale di vitamine del gruppo B riduce lo stress a cui sono sottoposti i pesci durante i cambi dell'acqua, favorendo così la loro salute in modo duraturo

Fondo Fertile

Al contrario del primo, il fondo fertile contiene le sostanze nutritive che verranno “pescate” dalle radici! Quindi se vorrai inserire per esempio delle piante rosse in acquario allora questa sarà un’ottima scelta, dato che si tratta di un tipo di vegetazione già un po più complessa da coltivare.

Il fondo fertile inoltre va unito ovviamente al fondo inerte, quindi le dosi da inserire in acquario dipenderanno anche dalla dimensione della vasca. Tendenzialmente si utilizzano almeno 5 cm di spessore per una corretta piantumazione, ma anche qualche centimetro in più non fa mai male!

Come si calcola la quantità di fondo da inserire?

Non è complesso come calcolo. La formula è la seguente:

(Lunghezza vasca x Profondità vasca x Altezza fondo desiderata) : 1000

In questo caso ipotizziamo di avere un acquario che è lungo 100 cm, profondo 40 cm e vogliamo inserire un fondo (sia inerte che fertile) di circa 7 cm!

In questo caso abbiamo due alternative, o inserire il substrato fertile solo nei punti dove vogliamo piantumare oppure inserirlo su tutto il basamento della vasca. Non c’è una risposta giusta o sbagliata, nel mio caso ho sempre preferito piantumare dalla metà dell’acquario verso il vetro posteriore, quindi lasciando la parte frontale libera. Ma se non sai dove posizionare le piante, o non hai ancora scelto quali specie acquistare andrà bene mettere il substrato fertile su tutto il vetro di base del tuo acquario. Immaginando quindi di voler fare come in quest’ulimo caso, ci serviranno due calcoli separati!

(100 x 40 x 3,5) : 1000 = 14 kg

14 kg x 2 = 28 kg

Perfetto ci servono 14 kg di substrato inerte e altri 14 kg di fertile! Il tutto per arrivare a un’altezza totale di 7 cm, infatti 3,5 rappresenta la metà composta da fondo fertile e inerte!

Quanto tempo dura il fondo fertile?

Purtroppo non durerà per sempre, al massimo un anno, dopodiché andrebbe sostituito! Il ché è un lavoro decisamente snervante, ma per fortuna ci vengono in soccorso delle fantastiche pastiglie in stick che si mettono accanto alle radici delle piante e ti aiuteranno a ovviare il problema fino a che non deciderai di cambiare totalmente il layout o il substrato della tua vasca.

Offerta
Tetra Crypto 10 compresse di radice di Fertilizzante per Lush Healthy Acquario Piante
  • Radice compresse fertilizzante per piante acquatiche Lush, sana.
  • Contiene ferro e tutte le più importanti oligoelementi in un complesso legato forma
  • Substrato viene adattato alle esigenze specifiche dell' acquario, sostenendo così il lavoro dei microrganismi importante

Il Miglior Fondo per Acquario Dolce: Ecco quali acquistare

Ne esistono davvero un sacco di tipi diversi, alcuni adatti anche ad acquariofili decisamente esperti ma per fortuna ce ne sono altri che sono accessibili a tutti, in questo articolo troverai proprio questi, faranno benissimo il loro lavoro e ti garantiranno indubbiamente ottimi risultati senza troppo sforzo.

Per parlare di eccellenza, allora diciamo sicuramente che il miglior fondo per acquario dolce è quello dalla granulometria leggermente più grande, questo aiuta le piante a saldarsi in maniera efficace con le loro radici. Altra caratteristica molto importante è la colorazione, diffida del classico venditore che ti vuole vendere un substrato di colorazione chiara! Non vanno bene per un milione di ragioni, prima tra tutte il fatto che molti pesci non amano i fondali dalle colorazioni chiare e sgargianti. Il motivo è semplice, in natura questi colori non esistono e il riflesso della luce potrebbe addirittura dare fastidio alla vista o intimidirli! E poi, altro fattore importante è che le colorazioni scure fanno risaltare quelle dei pesci che diventeranno i veri protagonisti del tuo acquario.

Ecco qui i 5 migliori fondi fertili più venduti e dalle ottime caratteristiche:

Bestseller No. 1
Tetra CompleteSubstrate, 5 kg
  • Substrato ricco di nutrienti con effetto fertilizzante a lento rilascio
  • Favorisce una crescita forte e sana delle piante
  • Concentrato con effetti a lunga durata
OffertaBestseller No. 2
Tetra Active Substrate, 3000 ml
  • Favorisce l'insediamento dei batteri utili
  • Favorisce la crescita di piante forti e sane
  • Riduce la contaminazione organica dell'acqua
Bestseller No. 3
Sera Fertilizzante per Piante acquatiche floredepot kg. 2,4
  • Casa, arredamento e bricolage
  • Marca: Sera
  • Dimensioni: 10x10x10 cm
Bestseller No. 4
Bestseller No. 5

Conclusioni

Come avrai capito da queste piccole linee guida, un buon fondo ti aiuterà sicuramente ad avere un acquario molto più bello e più sano sotto un sacco di punti di vista, questo anche grazie al fatto che le piante in acquario sono un vero e proprio toccasana per i tuoi pesci! Per quanto riguarda la maggior parte degli acquari, ci sarebbe da dire che andrebbero tutti allestiti così. Di solito, gli acquariofili che evitano d’inserire i fondi fertili lo fanno in predominanza di allevamenti di pesci rossi, dato che quest’ultimi sono ghiotti di piante e rovinerebbero il faticato layout!

Ultimo aggiornamento 2021-06-21 at 03:50 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API