Skip to content

Oranda Chicco di Riso: Allevare il Più Piccolo dei Pesci Rossi

L’Oranda Chicco di Riso fa parte della grande famiglia dei Carassius Auratus, ovvero il comune pesce rosso. Questa specie però si differenzia per il suo aspetto esteriore e anche per le cure decisamente più particolari che richiede.

Gli Oranda sono molto comuni da vedere nei vari negozi di acquari ma vengono venduti anche con un’estrema leggerezza, senza informare gli acquariofili di quali sono le attenzioni e le attrezzature che servono a far crescere sano e forte questo pesce! In questo articolo andremo alla scoperta di tutto quello che serve sapere per creare il miglior ecosistema trasformandoti da un principiante a un esperto!

Origini della Razza

Oranda Chicco di Riso
Degli Oranda visti dall’alto

Come il suo stretto cugino Oranda Testa di Leone anche il Chicco di Riso ha origini in Asia, il periodo in cui vengono registrati i primi allevamenti si aggira intorno al 1500! Questi pesci venivano allevati all’interno di vasi di porcellana e ammirati per il loro aspetto particolare, visibile solo dall’alto. Ciò che li rende unici è infatti il corpo tondeggiante e la doppia coda. L’Oranda Chicco di Riso però ha una particolarità in più, infatti il suo corpo è caratterizzato da piccole scaglie bianche che ricordano appunto i chicchi del riso.

Oranda Chicco di Riso: Alimentazione

Questo pesce predilige le larve di zanzara ma anche il classico mangime liofilizzato! È un pesce dal nuoto lento, quindi va allevato con altri suoi simili. È meglio evitare pesci che siano troppo veloci, questo perché si mangerebbero tutto il suo cibo.

Di solito è buona norma nutrirlo con un’alimentazione variegata! Potrai quindi aggiungere al suo menù anche qualche foglia d’insalata e degli spinaci! Come anche le altre varietà di Oranda, è sempre bene non dargli un mangime a fiocchi, ma che sia affondante, questo perché coi fiocchi immagazzinerebbe dell’aria dato che dovrà mangiarli a pelo d’acqua rischiando così d’infiammare la vescica natatoria. Potrai nutrirlo 2 o 3 volte al giorno con dosi molto piccole. Qui di seguito ti elenco i 5 migliori mangimi per il tuo Oranda Chicco di Riso.

OffertaBestseller No. 1
Tetra Goldfish Gold Japan Food Delights Mangime Rossi Goldjapan Ml. 250-Alimenti Pesci, Multicolore,...
  • Mangime in mini-stick affondanti pesci rossi
  • Il contenuto di proteine vegetali riduce i rischi di problemi intestinali
  • I carotenoidi ravvivano i colori naturali
Bestseller No. 2
Vydra Goldfish Gran MANGIME Acquario Dolce Pesci Rossi Acqua Fredda (250ml)
  • Mangime in granuli affondanti per oranda e pesci rossi
Bestseller No. 3
Tetra Goldfish Gold Energy 100 ml
  • Mangime in granuli per pesci rossi e per altri pesci d´acqua fredda
  • Favorisce la crescita e dona energia
  • Con minerali ed un alto contenuto proteico
Bestseller No. 4
Bestseller No. 5
Sera, Guppy Gran, mangime vegetale per Pesci
  • Il mangime vegetale composto da granuli morbidi che affondano lentamente

Quanti litri per l’Oranda Chicco di Riso?

Questo rimarrà molto più piccolo rispetto ai suoi simili, da adulto sarà intorno agli 8 cm, ma ha comunque bisogno di spazio per il nuoto. Serviranno perciò 40 litri per ogni esemplare che deciderai di allevare!

Ciò che non devi mai fare è allevarlo in una boccia! È estremamente importante allevarlo in un vero e proprio acquario. No alle vaschette di plastica e no alle ampolle o a qualsiasi altra tortura ai quali spesso questi animali vengono sottoposti!

Di seguito troverai i 5 migliori acquari completi di sistema di filtraggio e illuminazione per allevare questo pesciolino:

OffertaBestseller No. 1
AMTRA MODERN TANK 50 LED / Acquario completo di illuminazione LED e filtro interno / cm 50,5x25,5x40...
  • Acquario in vetro EXTRACHIARO con filtro FILPO CLICK 250 lt/h ed illuminazione FULL LED 11 Watt
  • cm 50,5x25,5x40 / spessore vetro 5mm / 40 litri
  • Siliconature trasparenti / cornici e coperchio lucidi
Bestseller No. 2
hygger 50W Mini Riscaldatore Acquario, 1L-50L Termostato Regolabile con LED Digitale, per Tartaruga,...
  • 🐟【Display a LED di facile lettura】 Il controllo delle impostazioni della temperatura esterna evita di bagnare le mani, il display a LED digitale mostra la temperatura dell'acqua in tempo reale. Intervallo di temperatura di riscaldamento da 17 °C a 34°C. La precisione del controllo è di +/- 1 °C.
  • 🐟【Sistema di spegnimento automatico】 Una volta impostata la temperatura desiderata, questo riscaldatore completamente sommerso si accende in rosso per indicare che si sta riscaldando. Si spegnerà automaticamente una volta raggiunta la temperatura impostata.
  • 🐟【Spegnere quando fuori dall'acqua】 si prega di notare che questo è un riscaldatore per acquario completamente sommergibile per acqua dolce e serbatoio di acqua salata, quando la parte superiore del riscaldatore è fuori dall'acqua si spegne automaticamente e il led visualizza E1. Quando sarà di nuovo completamente in acqua, tornerà di nuovo al normale funzionamento.
Bestseller No. 3
CIANO - Acquario per acquariofilia bianco
  • Pannelli di particelle superficiali melaminiche.
  • Portata massima: 73 kg
  • Colore bianco
Bestseller No. 4
Tetra Starter Line Acquario LED 54 L, Set Completo con Illuminazione a LED, Acquario Stabile per...
  • Robusto acquario in vetro con le dimensioni 60 x 30 x 30 cm, volume 54 L e 4 mm di spessore del vetro; robusto coperchio in design elegantemente curvo con pratico sportello per alimenti
  • Dimensioni acquario inclusa copertura: 61 x 35 x 31 cm
  • Illuminazione LED da 10 Watt a basso consumo
Bestseller No. 5
Fluval 15007 Set Acquario Flex 57 L Nero
  • LED potenti e ad efficienza energetica per una crescita ottimale delle piante e bei colori degli abitanti dell'acquario
  • LED rgb + bianchi per innumerevoli sfumature di colore
  • Pratico sistema d'illuminazione con telecomando

Arredi e Piante da Inserire in Vasca

Avere un acquario piantumato fa sempre bene, sia per la crescita sana dei tuoi pesci e sia perché ti permetterà di ossigenare l’acqua, eliminare le alghe e in alcuni casi anche tamponare alcune sostanze tossiche!

Solitamente si punta a inserire piante come l’Anubias o piante che comunque non richiedano Co2. Nessuno ti vieta d’inserire anche piante più complesse, ma spesso questi pesci hanno l’abitudine di mangiarne le foglie. Fatto che non fa contenti la maggior parte degli acquariofili che con tanta cura s’impegnano per far proliferare la loro vegetazione. Potrai anche scegliere d’inserire delle piante galleggianti, queste saranno spesso usate dai tuoi Oranda come cibo, ma c’è da dire che sono anche piante che si riproducono molto velocemente. Creeresti quindi una sorta di piccolo ecosistema bilanciato! In questi articoli troverai gli approfondimento sulle piante più adatte:

Per il fondo e per gli arredi è sempre bene puntare su tutto ciò che non è appuntito e che non facciano male al tuo pesce! Di solito la ghiaia al quarzo  è perfetta!

Valori dell’Acqua

Ovviamente è un pesce di acqua fredda, quindi non sarà necessario inserire nessun tipo di riscaldatore. La temperatura dovrà aggirarsi intorno ai 20°C. In caso d’innalzamento della temperatura il Chicco di Riso potrebbe entrare nella fase di riproduzione!

Risulta comunque essere un pesce molto facile da allevare e anche molto resistente! Qui di seguito trovi i valori ideali che dovrai avere in vasca:

Ph7/7,5
Kh8/10
Gh15
No310mg/L
Po40,5mg/L
No20

Compagni di vasca dell’Oranda Chicco di Riso

Come accennato qualche riga sopra, va allevato solo con pesci della sua stessa specie! Bisogna evitare di mettere pesci a coda singola o i comuni pesci rossi, questo perché gli renderebbero la vita molto difficile, soprattutto per mangiare. Deve essere circondato da pesci pacifici! Tanti puntano all’inserimento di qualche Corydoras o Danio, quest’ultimi però richiedono il riscaldatore, meglio però non portare la temperatura a più di 25°C.

Malattie comuni

Di solito questi pesci soffrono d’infiammazione alla vescica natatoria! Questo accade perché mangiando in superficie immagazzinano aria che non riescono a espellere. I sintomi sono spesso legati a un nuoto asincrono o a pancia all’aria. Per la cura si tende ad alzare semplicemente la temperatura in vasca fino a un massimo di 25/26°C e non dargli da mangiare per almeno 3/4 giorni.

Altre malattie sono l’idropsia (innalzamento delle squame) o la malattia dei puntini bianchi che possono portare l’animale alla morte! In questi casi è bene procurarsi un medicinale come per esempio il Dressamor.

Ultimo aggiornamento 2021-06-21 at 04:20 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API