Web Analytics
Skip to content

Black Moor: Consigli e Prodotti Utili per l’Allevamento

Il pesce Black Moor si caratterizza per la sua particolare colorazione. Nei negozi attira spesso l’attenzione per essere un po la “pecora nera” del gruppo ma è proprio per questo che in tanti puntano all’allevamento in acquario.

In questo articolo scoprirai tutti i consigli per allevarlo al meglio, ma soprattutto quale attrezzatura ti servirà per farlo! Molto spesso, infatti, se non si possiede il giusto equipaggiamento per ospitare questi animali si corre il rischio di portarli a morte certa.

Chi è il Black Moor?

Le origini di questo pesce sono controverse, infatti si suppone che la sua scoperta sia stata fatta intorno al 1200 d.C., non ci sono fonti attendibili però che lo possano confermare. Si pensa che questo animale nasca dall’incrocio di altre specie che hanno così creato una sorta di anomalia genetica! La colorazione nera deriva da una cospicua quantità di pigmento simile melanina che lo rende così tanto nero.

Inoltre, non fu solo la colorazione a costituire la grande peculiarità di questi pesci, ma anche i grandi occhi telescopici, chiamati anche “Occhi di Drago“.

Quando in Giappone si iniziò ad allevare gli Oranda, divisero questa nuova varietà per osservarla separatamente, questo comportò una moltiplicazione di questa specie portandola fino ai giorni nostri. Una sua variante molto particolare è quella Panda, nominata così perché possiede le stesse colorazioni dell’animale da cui ha preso in prestito il nome.

Black Moor Panda

Black Moor Panda

La versione Panda ha le stesse caratteristiche fisiche, compresi gli occhi sporgenti e il corpo tozzo. Ciò che però lo rende particolare e lo differenzia ancora di più dalla versione “nera” sono appunto il mix di bianco e nero che dipingono il suo corpo. Purtroppo non è facile trovarli nei negozi del nostro Bel Paese essendo poco conosciuti e poco richiesti, però i negozianti di solito su richiesta riescono a farli arrivare!

Quanto cresce e Quanto vive il Black Moor?

Le dimensioni di questo pesce sono di circa 20 cm da adulto, richiede perciò un buon acquario (non la boccia, mi raccomando). Sono pesci molto longevi, in media vive 15 anni, ma ci sono stati casi in cui ha toccato anche i 20!

Acquario Adatto

Come detto sopra, crescono molto quindi per allevarlo correttamente servirà un acquario di circa 100 litri per due esemplari adulti!

Finché sono di dimensioni pari a 5/6 cm potrai anche inserire 4 esemplari in 100 litri, ma quando toccheranno i 10 cm e meglio aumentare le dimensioni della vasca. Un buon acquario è quello indicato qui sotto, completo di tutto il kit per farlo partire!

Offerta
Tetra Starter Line Acquario LED 105 L, Set Completo con Illuminazione a LED, Acquario Stabile per...
  • Robusto acquario in vetro con le dimensioni 75 x 40 x 35 cm, volume 105 L e spessore del vetro di 6 mm; robusto coperchio in design elegantemente curvo con pratico sportello di alimentazione
  • Potente filtro Tetra EasyCrystal Filter, 7.5 Watt, per un filtraggio adatto, pulito ed efficiente; iluminazione a LED da 16 Watt a risparmio energetico
  • Illuminazione LED da 16 Watt a basso consumo

Nel caso avessi già un acquario per ospitare i tuoi Carassi Neri allora vai avanti per scoprire cos’altro ti potrebbe servire!

NOTA IMPORTANTE: Il fondo e gli arredi non devono essere a punta o affilati! Questo perché potrebbero ferire gli occhi in maniera irreversibile!

Sistema di Filtraggio

Questi pesci non sporcano quanto i comuni pesci rossi, ma si difendono bene. Più che altro  sono lenti a mangiare e se non si dosa bene il cibo lo si vedrà cadere sul fondo, questo aumenterà di un bel po gli inquinanti in vasca. Per questo ti servirà un buon sistema di filtraggio che sia efficiente sia dal punto di vista meccanico che biologico e magari anche delle piante acquatiche per migliorare il tutto!

Facciamo un piccolo ripasso su questo argomento. Il sistema di filtraggio serve per l’appunto per eliminare prima meccanicamente e poi biologicamente le sostanze tossiche in vasca. Quindi le spugne (filtraggio meccanico) bloccheranno i detriti e poi l’acqua arriverà al filtraggio biologico, ovvero ai cannolicchi oppure le bioball, in cui vi risiedono dei batteri che trasformeranno le sostanze tossiche, come per esempio l’ammoniaca, in sostanze sopportabili per i pesci. Il discorso in realtà è molto più complesso, ma queste informazioni servono per darti un’idea di quanto è importante avere un buon filtro in casa.

Un’altra informazione davvero importante è che il filtro non deve mai essere sovradimensionato! Questo perché se filtra troppo velocemente finirà per non fare attecchire come si deve i batteri buoni al filtraggio biologico. Risultato? Filtrerà davvero male. Lo stesso principio vale per le dimensioni ridotte, un filtro così finirebbe per intasarsi! Quindi attenzione…

Ti indico anche un articolo di approfondimento sui filtri per acquari da 30 litri che ti aiuterà ad avere più chiare anche le fasi di maturazione.Ricordo, inoltre, che gli acquari di questo tipo sono piccoli per la maggior parte dei pesci ma nel caso non avessi ancora la possibilità di avere una vasca più grande almeno potrai indirizzarti su ottimo filtro!

In alternativa, ecco un buon filtro per un acquario da 100 litri:

Offerta
Tetra EX 600 Plus Set Filtro Esterno per Acquari da 60-120 L
  • L'acqua trattata dal filtro, cristallina e sicura per i pesci, consente di godere ottimalmente dello spettacolo della vita nell'acquario; indicato per acquari con capacità da 60 a 120 litri
  • I materiali forniti con il filtro sono facili e veloci da pulire; molto potente e silenzioso
  • Il filtro è completo ed è fornito di tutti i materiali e componenti necessari per un rapido avviamento

Black Moor Temperatura Acqua

Questo pesce anche se ha parentele con i rossi, ha però bisogno di una temperatura mite in vasca! L’ideale è che sia intorno ai 25°C. Ti servirà perciò un riscaldatore per acquario, importante perché è davvero molto sensibile agli sbalzi di temperatura, procuratene uno che sia davvero efficiente e adeguato al tuo litraggio. Nell’articolo di seguito c’è un approfondimento sui riscaldatori migliori, con indicazioni precise sui Watt indicati per i rispettivi litraggi.

Cambio d’Acqua e Valori ideali

I cambi d’acqua andranno fatti con cadenza settimanale, circa il 30%. L’acqua nuova dovrà sempre essere priva di cloro e non fredda, meglio se a temperatura ambiente per non far ammalare il pesce!

I valori dell’acqua per il Back Moor sono:

  • Ph: 7-7,5
  • Gh: 15-30
  • Kh: 5-30
  • Ammoniaca: 0
  • No2: 0
  • No3: 10 mg/l
  • Po4: 0,5 mg/
  • Temperatura: 23-25°C

Alimentazione dei Black Moor

Sono pesci onnivori e mangiano decisamente di tutto, non sono neanche troppo schizzinosi. Solitamente si cerca di variare il più possibile e di unire i mangimi secchi con quelli vegetali, magari fatti in casa. Questo aiuterà il tuo pesce a essere in salute.

Solitamente in commercio troverai i mangimi in fiocchi, il mangimi in granuli e poi i pellet affondanti. Tra questi tre il migliore in assoluto rimane il mangime affondante! Questo perché aiuterà il tuo pesce a non immagazzinare aria per afferrare il cibo e gli eviterà così una fastidiosissima infiammazione alla vescica natatoria. Patologia molto comune in questi tipi di pesci.

Di seguito ecco il miglior mangime da dargli:

Offerta
Tetra Goldfish Gold Japan Food Delights Mangime Rossi Goldjapan Ml. 250-Alimenti Pesci, Multicolore,...
  • Mangime in mini-stick affondanti pesci rossi
  • Il contenuto di proteine vegetali riduce i rischi di problemi intestinali
  • I carotenoidi ravvivano i colori naturali

Inoltre, se vorrai variare la sua alimentazione, potrai somministragli per diversi giorni dei pastoni vegetali fatti con delle verdure. Un esempio potrebbe essere quello di sbollentare delle carote, aglio, zucchine e piselli e frullarle insieme a della colla di pesce. Questo agglomerato poi potrà essere congelato e somministrato di tanto in tanto! Farà davvero molto bene al tuo pesce.

I pesci non hanno bisogno di mangiare più volte al giorno, basterà una ma ben dosata. A proposito di questo sempre che il mangime non va mai gettato in vasca in quantità casuali, assicurati sempre che tutti i pesci mangino e se il cibo avanza cerca di eliminarlo prima che inquini totalmente la vasca. Questo è un problema comune dei mangimi affondanti, quello che ti ho indicato subito sopra però ha la particolarità di non sporcare troppo e quindi risulta essere un prodotto davvero di ottima qualità. Potresti anche scegliere di variare la sua alimentazione con dei cibi vivi, come le larve di zanzara o l’artemia salina.

Pesci Compatibili

Questi pesci non sono proprio facili da abbinare, sicuramente non andranno abbinati con pesci tropicali o con pesci rossi di acqua fredda.  Si consiglia sempre di abbinarli agli orifiamma, non andranno bene invece gli abbinamenti fatti con gli Oranda, quest’ultimi sono pesci davvero molto mansueti, mentre il Carassio Nero ha un carattere un po territoriale e andrebbe in continuazione a pizzicarli!

Ecco un elenco di pesci compatibili con i Black Moor:

  • Molly
  • Neon
  • Cardinali
  • Barbus

Non si esclude comunque la possibilità che possa avere qualche problema anche con loro, soprattutto con i Molly, questo perché è un pesce davvero molto vivace. Ma sicuramente anche i Molly sapranno difendersi meglio degli Oranda.

Come avrai notato non ho nominato i pesci rossi! Specie altamente inadatta a convivere con i Moor, non fidarti di chi ti dice che possono convivere. I valori dell’acqua sono completamente diversi, come la velocità per afferrare il cibo. I rossi sono imbattibili sotto questo punto di vista e i Moor passerebbero molto tempo a stecchetto!

Conclusioni

Siamo arrivati alla fine di questa guida sul più nero dei pesci rossi, dato che si tratta di uno dei pesci più belli e particolari per l’acquario vale la pena fare il tentativo di allevarlo. Ti darà davvero molte soddisfazioni, oltre a non essere un pesce molto esigente e adatto anche agli acquariofili meno esperti.

Ultimo aggiornamento 2021-07-29 at 12:50 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API